Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Tlc Telecomunicazioni - Formia

CA.VI.CI. Casa Vinicola Ciccariello - Gaeta

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Tlc Telecomunicazioni - Formia

CA.VI.CI. Casa Vinicola Ciccariello - Gaeta

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

UN PROGETTO PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO DI CASTELFORTE

L’amministrazione comunale di Castelforte ha incontrato  una delegazione della Federazione Operatori Suio Terme per esaminare la possibilità di una comune partecipazione al Bando della Regione Lazio da 4,5 milioni di euro dedicato alla promozione di nuove destinazioni turistiche e nuove idee di viaggio sulla base degli ambiti territoriali e tematici presenti nel Piano Turistico Triennale.

La Federazione era rappresentata da una delegazione guidata dal Presidente Dalidà Santamaria.

Molto importante la partecipazione del dott. Patierno e della dott.ssa Sfodero, docenti dell’Università degli Studi della Sapienza di Roma, che provvederanno alla redazione del progetto che dovrà essere presentato entro il prossimo 12 maggio.

Secondo il progetto è fondamentale la collaborazione tra pubblico e privato con lo scopo di promuovere il territorio. Questa intesa rinnovata tra Comune e termalisti offrirà, certamente, una maggiore credibilità al progetto che verrà presentato alla Regione Lazio e che ha l’ambizione di rilanciare il turismo nell’intero territorio comunale dando il giusto valore alle risorse termali, a quelle ambientali e a quelle dei centri storici di Castelforte e Suio.

Il sindaco di Castelforte si dice fiducioso nella bontà dell’iniziativa, il rilancio del turismo, dice, è stato sempre un obiettivo importante della nostra amministrazione e oggi, la Regione Lazio, ci offre una buona opportunità. Comune a termalisti dovranno sviluppare una sempre più alta e condivisa consapevolezza delle cose da fare e di come realizzarle. E’ proprio necessario dare valore alle nostre risorse per cercare di costruire un futuro vero a partire dal nostro patrimonio naturale, paesaggistico, storico e architettonico. In questo quadro –conclude il primo cittadino- l’area termale deve essere il nostro fiore all’occhiello”.

Articoli recenti

Articoli correlati