Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

Teleuropa è il portale di notizie aggiornato 24 ore su 24 - Web TV

Cronaca, politica, spettacoli, sport, economia, salute, rubriche e approfondimenti

Teleuropa.it Live

ULTIME NOTIZIE

UCRAINA: PER IL SINDACO DI KIEV LA RUSSIA NON SI FERMERÀ

“Voglio rivolgermi a voi e ai politici in Italia: noi sappiamo bene quanto la politica estera russa sia aggressiva. Noi siamo consapevoli che i piani ed i i progetti russi non si fermeranno all’Ucraina. La ricostruzione del vecchio impero russo può riguardare anche altri stati come la Polonia, la Repubblica Ceca e l’Ungheria, e questo è quanto viene affermato e sostenuto anche dai rappresentanti dei paesi baltici”. Lo ha detto il sindaco di Kiev, Vitalij Klycko, intervenendo in streaming nel corso del Consiglio comunale di Firenze. “In questa direzione voglio affermare e rilanciare un messaggio nei confronti dei politici italiani: è necessario che interrompiate gli accordi economici e commerciali con le compagnie e le aziende russe-ha spiegato Klycko-. I soldi che i russi ricevono in questo momento, i soldi che arrivano grazie agli accordi economici, non vengono investiti nell’economia nazionale ma nelle armi. Le immagini che ci giungono dall’Ucraina in questo momento sono le testimonianza di questa distruzione”. “Ho visto che molti politici cercano di adottare una politica neutrale-ha proseguito Klycko-. Da una parte questi politici condannano la guerra e dichiarano di essere dalla parte dell’Ucraina, ma dall’altro lato continuano con gli accordi economici e commerciali con la Russia. Posso confermare che su ogni euro e su ogni centesimo che arriva dall’Unione europea in Russia questi soldi sono macchiati di sangue. Tuttavia le sanzioni che sono state adottate rappresentano uno strumento molto efficace ed hanno come obiettivo spingere la popolazione russa a dichiarare che la politica della Russia, il loro paese, deve cambiare”.

Articoli recenti

Articoli correlati