Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Tlc Telecomunicazioni - Formia

CA.VI.CI. Casa Vinicola Ciccariello - Gaeta

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Tlc Telecomunicazioni - Formia

CA.VI.CI. Casa Vinicola Ciccariello - Gaeta

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

NASCE IL CONSORZIO UNICO REGIONALE





Il Consorzio Unico Regionale rappresenterà il vero motore di rilancio dell’economia del Lazio”. “Il progetto che si avvia alla sua realizzazione avrà ricadute importanti e positive per tutta la Regione Lazio, fanno sapere dal Cosilam, in questi mesi c’è stato un forte lavoro con il Commissario Unico Francesco De Angelis per riuscire a trovare la giusta sintesi che favorisse lo sviluppo di ogni area industriale. Questo progetto di fusione rappresenta un vero e proprio potenziamento per ogni consorzio che grazie alla nascita di questo nuovo ente avrà l’opportunità di agire in nuovi, e strategici, settori: dalla promozione all’internazionalizzazione fino all’attrattività di nuovi investimenti. Si parla di un progetto importante per consentire a queste aree di essere sempre più all’avanguardia e competitive non solo su scala locale, ma soprattutto su scala internazionale. La mission dei consorzi si amplia, cresce, come crescono le risorse che saranno a disposizione di questo ente e che verranno investite sui territori. Una visione di sviluppo ampia e all’avanguardia, una visione di sviluppo d’insieme. Con l’approvazione in giunta è stato compiuto l’atto conclusivo di questa rivoluzione industriale che interesserà il Lazio. Saranno l’Asi di Frosinone, il Cosilam di Cassino, il Cosind sud pontino, l’Asi di Roma-Latina e quella di Rieti, gli enti direttamente interessati. Nei prossimi 45 giorni ci sarà la fusione.
 “Il progetto di unificazione dei vari consorzi industriali del Lazio – dichiara il presidente Nicola Zingaretti –  è una grande occasione per rendere il tessuto economico del Lazio più forte, più competitivo e più attrattivo e per fare un importantissimo salto di qualità nell’attivazione delle politiche di sviluppo della Regione.”
 

Articoli recenti

Articoli correlati