Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

Teleuropa è il portale di notizie aggiornato 24 ore su 24 - Web TV

Cronaca, politica, spettacoli, sport, economia, salute, rubriche e approfondimenti

Teleuropa.it Live

ULTIME NOTIZIE

LA PROVINCIA DI FROSINONE È LA CASA DEI COMUNI

Un ufficio centrale unico nella sede dell’Amministrazione provinciale per espletare procedure concorsuali di reperimento delle risorse professionali provinciali, oltre a professionalità esterne, da inserire nelle piante organiche dei Comuni – che aderiranno secondo un’apposita convenzione – e rispondere, così, al fabbisogno di personale delle Amministrazioni locali. In una definizione: Stazione Unica Appaltante Concorsi Ciociaria.

La Provincia di Frosinone viaggia ad alta velocità e si conferma, sempre di più, nel ruolo di ‘Casa dei Comuni’ per il quale il presidente Antonio Pompeo ha lavorato sin dal suo primo mandato alla guida dell’Ente. Dopo i brillanti risultati raggiunti con la Stazione Unica Appaltante – che secondo uno studio condotto da Upi e Università di Perugia è risultata il modello italiano vincente per i numeri in grado di fornire negli ultimi tempi – ora l’Ente, secondo in tutto il Paese dopo la Provincia di Monza e Brianza e unico del centro-sud Italia, istituisce la S.U.A.C.C. (Stazione Unica Appaltante Concorsi Ciociaria), che sarà oggetto di approvazione, unitamente allo schema di convenzione, nel consiglio provinciale in programma nei prossimi giorni.

Si tratta, nel dettaglio, di un organismo che eserciterà la funzione di organizzazione dei concorsi e delle procedure selettive del personale, al servizio dei Comuni del territorio provinciale e di altri enti pubblici, quale strumento di supporto, in particolare per gli enti di minori dimensioni, tale da creare sinergie positive, economie di scala e contenimento dei costi a vantaggio dell’azione amministrativa, razionalizzando e ottimizzando le risorse umane, strumentali, informatiche ed economiche a disposizione.

Un input recepito direttamente dal territorio: molti Comuni, infatti, hanno richiesto l’autorizzazione per l’utilizzo delle graduatorie definitive di merito approvate dopo l’espletamento di procedure concorsuali pubbliche bandite dall’Amministrazione provinciale. Una modalità già attuata, peraltro, attraverso la sottoscrizione di apposite convenzioni, per l’assunzione sia di personale che di personale dirigente, e che numerose Amministrazioni locali intendono usare per usufruire di evidenti vantaggi, non solo dal punto di vista della tempistica ma anche sotto il profilo del risparmio economico.

Articoli recenti

Articoli correlati