Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Tlc Telecomunicazioni - Formia

CA.VI.CI. Casa Vinicola Ciccariello - Gaeta

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Tlc Telecomunicazioni - Formia

CA.VI.CI. Casa Vinicola Ciccariello - Gaeta

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

LA GIORNATA DELL’AUTISMO

In occasione della Giornata internazionale della consapevolezza dell’autismo che ricorre il 2 aprile, l’Amministrazione Comunale di Gaeta, in collaborazione con l’Associazione LiberAutismo, anche quest’anno aderisce alla campagna di sensibilizzazione ed informazione sui “Disturbi dello spettro autistico”, illuminando di blu il palazzo comunale.

Durante l’incontro con l’associazione LiberAutismo, rappresentata dalla referente Laura de Fabritiis, il Sindaco Cosmo Mitrano ha sottolineato l’importanza dell’opera di sensibilizzazione finalizzata ad acquisire conoscenza e consapevolezza sui Disturbi dello Spettro autistico.

“Tutti insieme – spiega Mitrano – lavoriamo per abbattere quel muro dell’indifferenza che, purtroppo, ancora oggi circonda e spesso isola le persone autistiche e i loro familiari. Una iniziativa lodevole per il sindaco di Gaeta quella promossa dall’Associazione LiberAutismo consapevoli che soltanto attraverso la sinergia si possono raggiungere risultati importanti a beneficio di coloro che necessitano maggiore attenzione soprattutto da parte delle istituzioni.

La divulgazione delle buone prassi e delle conoscenze scientifiche sono un altro aspetto fondamentale, per l’assessore Gianna Conte è importante lanciare uno sguardo su comunicazione e abilità di gioco, abilità accademiche, autonomie personali e abilità sociali, che si svilupperà in tre incontri on line tra la fine di aprile e maggio in collaborazione con il Centro adozioni internazionale di Gaeta. Inoltre, questa giornata – conclude Conte – porta a riflettere sul tema anche dell’adozione dei bambini special needs, un’espressione che comprende non solo i bambini con disabilità o problemi di salute ma i bambini che si trovano in situazioni di particolare necessità”. La convinzione è che si può fare molto, se si parte dall’infanzia, con mirati interventi di educazione speciale attuati durante il percorso di crescita.

Articoli recenti

Articoli correlati