Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Tlc Telecomunicazioni - Formia

CA.VI.CI. Casa Vinicola Ciccariello - Gaeta

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Tlc Telecomunicazioni - Formia

CA.VI.CI. Casa Vinicola Ciccariello - Gaeta

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

VACCINO ANTICOVID PER RAAZZI DISABILI

Un coraggioso ed importante passo. E’ quello che hanno compiuto oggi, in occasione della Giornata Mondiale dell’Autismo, 40 ragazzi di “Insieme con i disabili Onlus”, a cui questo pomeriggio è stato somministrato il vaccino anti-Covid. A far da cornice a questo momento solenne, è stata proprio la sede dell’Associazione, dove i ragazzi disabili trascorrono gran parte del loro tempo e dove si sento come a casa: il personale medico della Asl di Casal Bernocchi incaricato di somministrare il vaccino, infatti, si è recato personalmente presso il luogo in cui questi ragazzi si sentono più al sicuro, al contrario di un freddo e poco accogliente poliambulatorio d’ospedale, che a ragazzi con disabilità può incutere paura o ansia.

Qui tra una risata con gli amici e l’altra, i disabili, arrivati a scaglioni, hanno atteso pazientemente il proprio turno nel giardino del centro diurno ed hanno fatto il vaccino, accompagnati da un genitore, che è stato vaccinato a sua volta, insieme ad alcuni volontari dell’Associazione stessa. Il richiamo per i ragazzi che si sono sottoposti al vaccino, è previsto per il 23 aprile con la somministrazione della seconda dose.

“Oggi abbiamo raggiunto un traguardo eccezionale per quanto riguarda il territorio: il vaccino anti-Covid per i nostri ragazzi con disabilità – dichiara con commozione Mauro Stasio, presidente di Insieme con i disabili Onlus -.  Il nostro obiettivo era quello di fare i vaccini qui, tutti insieme, per un semplice motivo: i nostri ragazzi hanno varie patologie e le strutture ospedaliere possono fare loro un brutta impressione: hanno paura, ne sono terrorizzati. Al centro diurno, invece, si sono tutti sentiti a proprio agio anche i ragazzi con autismo, che sono i più difficili, ed hanno affrontato con serenità questa nuova sfida. Abbiamo fatto un esperimento e posso confermare che è ben riuscito”.

“Tutto questo, però, è stato possibile solo grazie alla Asl, che con professionalità – spiega il Presidente – ha risposto benissimo al nostro appello. I vaccini che abbiamo somministrato oggi sono un numero molto elevato, ma questo è solo l’inizio. Noi genitori, noi volontari siamo orgogliosi del risultato ottenuto”.

Sono soprattutto i genitori ad essersi mostrati soddisfatti per questa agevole modalità di somministrazione del vaccino ai propri figli: “Ringraziamo il Presidente per aver coordinato tutto al meglio – commenta il papà di un ragazzo disabile -. Aver avuto la possibilità di effettuare il vaccino al centro diurno, per noi genitori è stata una salvezza. Mauro Stasio ha protetto i nostri ragazzi per due volte”.

La battaglia per ottenere questo risultato, però, non è stata semplice: “Dopo l’effettuazione dei tamponi presso il centro, grazie all’aiuto della Misericordia di Fiumicino, – spiega Elisabetta Fratini, mamma di un ragazzo disabile -, ci siamo battuti affinché portassimo qui anche i vaccini anti-Covid. All’inizio non sembrava possibile, ma i nostri ragazzi rientrano fra i soggetti più a rischio contagio e dovevamo tentare.

Ora che ci siamo riusciti, posso dire che non avere dovuto costringere i nostri figli ad andare in un’altra struttura è stato un sollievo e mi emoziona pensare che dopo tante richieste, finalmente siamo stati ascoltati. Questo ci fa capire che nella vita bisogna sempre chiedere e non nascondere le proprie difficoltà”.

“Dispiace solo – conclude Elisabetta – che non tutti abbiano deciso di farsi il vaccino, molti sono spaventati. Ma confidiamo che possano presto cambiare idea”.

Articoli recenti

Articoli correlati