Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

Teleuropa è il portale di notizie aggiornato 24 ore su 24 - Web TV

Cronaca, politica, spettacoli, sport, economia, salute, rubriche e approfondimenti

Teleuropa.it Live

ULTIME NOTIZIE

MAXI SEQUESTRO DI ARMI A FONDI

 Ancora atti intimidatori a Fondi per i quali sono attive tutte le forze dell’ordine. Nello specifico, la Guardia di Finanza, nelle scorse ore, ha messo a segno un consistente sequestro di armi, munizioni, polvere da sparo e arrestato un pregiudicato.

Il dispositivo di contrasto ai traffici illeciti attuato dalle Fiamme Gialle nelle vie del centro cittadino più frequentate, ma anche, e soprattutto, nelle zone periferiche del territorio comunale attraverso l’azione di controllo in chiave economica e di tutela dell’ordine pubblico, ha permesso l’individuazione di un vero e proprio deposito di armi e munizioni dislocato in un’area campestre della periferia.

Le Fiamme Gialle di Fondi, supportate dai “Baschi Verdi” di Formia hanno rastrellato e ispezionato un’area di circa 30 mila metri quadri, apparentemente abbandonata, rinvenendo 4 pistole a tamburo e altre parti di armi comuni da sparo, quali caricatori, canne calibro 22 e una canna di fucile. E’ stato altresì ritrovato un cannone da guerra calibro 109 di produzione americana risalente probabilmente al secondo conflitto mondiale. Numerose anche le armi da taglio rinvenute: circa 50 tra baionette, pugnali, coltelli e mannaie di varie misure. Alcune di queste sono di presumibile interesse storico, altre invece contemporanee come dimostrato anche dal perfetto stato di manutenzione. È stato rinvenuto anche un bilancino di precisione per polvere da sparo, dedicato, con ogni probabilità alla preparazione delle cartucce. Il tutto era ben occultato nelle intercapedini realizzate all’interno dei ruderi presenti nell’area, o disseminato ed occultato dalla fitta boscaglia che circondava i fabbricati. 

Al termine delle attività, coordinate dalla Procura della Repubblica di Latina, l’intera area è stata sottoposta a sequestro e alla bonifica per la messa in sicurezza dei luoghi. Per quanto attiene il materiale rinvenuto è stata disposta la perizia balistica per accertarne la potenzialità offensiva e l’eventuale recente uso, nonché, in alcuni casi, l’eventuale valore storico. 

Il custode del terreno è stato arrestato per detenzione abusiva di armi e ricettazione. Il G.I.P. presso il Tribunale di Latina ha convalidato l’arresto, disponendo la misura cautelare degli arresti domiciliari presso la sua abitazione. 

Articoli recenti

Articoli correlati