Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

Teleuropa è il portale di notizie aggiornato 24 ore su 24 - Web TV

Cronaca, politica, spettacoli, sport, economia, salute, rubriche e approfondimenti

Teleuropa.it Live

ULTIME NOTIZIE

FROSINONE: INTERCETTATO GROSSO QUANTITATIVO DI DROGA

Gli agenti della polizia di Stato di Frosinone hanno arrestato due persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e sequestrato 11,2 chili di cocaina. Un uomo e una donna rispettivamente di 38 e 40 anni dovranno ora rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli investigatori avevano appreso dell’arrivo di un carico di stupefacenti dal nord Italia diretto alle piazze di spaccio del basso Lazio, riuscendo a ricostruire la targa parziale del veicolo utilizzato per il trasporto, ed hanno iniziato una serie di servizi mirati lungo la rete autostradale.

Il veicolo, senza non poche difficoltà, dovute essenzialmente alla mancata conoscenza della targa identificativa, conoscendone tuttavia il modello ed il colore, una Opel Astra, modello 2013, veniva intercettato alle prime ore del mattino sulla corsia di sorpasso dell’autostrada A1 direzione Arezzo. Gli operatori, adottando tutte le cautele necessarie, considerando l’imprevedibilità dell’oscurità, provvedevano immediatamente al fermo del veicolo nei pressi di una piazzola di sosta chiedendo altresì l’ausilio di altre pattuglie.  È stato chiesto anche l’ausilio di cani antidroga che tuttavia non riuscivano a fiutare lo stupefacente in quanto trattato con apposite sostanze, ovvero coperta da uno strato di silicone e di detersivo al fine di coprirne l’odore e rendere così difficile l’individuazione ai cani antidroga. Per questo il veicolo è stato fatto arrivare al porto di Civitavecchia dove è stato usato uno scanner. È stato necessario aprire le lamiere dell’auto per individuare la droga.
La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro e dalle prime analisi è risultata essere purissima, marchiata con la sigla impressa ”T55”, tanto che una volta immessa sul mercato avrebbe fruttato una somma intorno ai due milioni di euro.


Articoli recenti

Articoli correlati