Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Tlc Telecomunicazioni - Formia

CA.VI.CI. Casa Vinicola Ciccariello - Gaeta

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

Teleuropa.it Live

Sedi operative
Formia-Cassino-Roma-Santa Maria Capua Vetere

Tlc Telecomunicazioni - Formia

CA.VI.CI. Casa Vinicola Ciccariello - Gaeta

Per la tua pubblicità 334 89 44 646

frode fiscale da 50 milioni, otto denunce

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone ha concluso una complessa operazione di polizia giudiziaria ed economico-finanziaria nei confronti di un gruppo di aziende che ha portato alla luce un’evasione fiscale da oltre 50 milioni di euro, con conseguente denuncia di 8 persone, di cui un professionista. In particolare, i Finanzieri della Tenenza di Anagni hanno individuato sei società operanti nel settore delle comunicazioni telefoniche, nazionali ed internazionali, con sede nell’hinterland della città dei Papi e nella Capitale, risultate sin da subito connotate da un elevato tasso di pericolosità fiscale. Nel dettaglio emerge che alcune delle aziende investigate avevano omesso di presentare le prescritte dichiarazioni dei redditi, pur operando con regolarità nell’esercizio della loro attività di impresa, situazione ha determinato l’avvio di verifiche fiscali nel corso delle quali alcune delle aziende controllate omettevano di esibire, in tutto o in parte, le scritture contabili. L’esame dei conti bancari intestati alle società e ai relativi legali rappresentanti, unitamente alle risultanze di specifici controlli eseguiti nei confronti delle società clienti e fornitrici, consentiva, innanzitutto, di portare alla luce una frode all’I.V.A., comunemente nota come “frode carosello”, con l’aggravante della transnazionalità, realizzata attraverso l’emissione e l’utilizzo di fatture relative ad operazioni inesistenti per un ammontare di oltre 57 milioni di euro e l’interposizione nei rapporti commerciali di società “cartiere”, aventi l’unico fine di produrre fatture false in quanto relative ad operazioni che in realtà non erano state effettuate. Grazie alla frode fiscale realizzata e al conseguente risparmio, in termini di omesso versamento delle imposte dovute, le società verificate riuscivano a praticare un prezzo di vendita nettamente più basso rispetto a quello praticato dagli altri operatori del settore che, invece, operano nella legalità, alterando in tal modo il corretto andamento del mercato dei prezzi.

Articoli recenti

Articoli correlati