SOSTE BLU AD ISERNIA

In merito alla notizia della indagine giudiziaria in corso sul sindaco e la giunta comunale di Isernia circa ipotizzati illeciti e abusi da noi denunciati, in merito alle vessazioni degli stalli blu, l’associazione F.I.A.D.E.L. di Isernia, l’Associazione contro illegalita’ e le mafie “A. Caponnetto sez. reg.le Molise, il Partito Comunista dei Lavoratori – Isernia (con il Coordinamento Molisano delle Sinistre di Opposizione di cui fa parte insieme al PCI, PMLI e CITTA FUTURA), annunciano, la conferenza stampa per martedì 22 dicembre prossimo alle ore 11.00, che terranno, presso la F.I.A.D.E.L. di Isernia in via XXIV Maggio, N. 65, unitamente al COMITATO NO STRISCE BLU, altre associazioni ed esponenti della lotta in corso.  

In essa riassumeremo i punti salienti dell’esposto e delle integrazioni presentate alla Procura e alla Corte dei Conti, nonché dei singoli ricorsi già vinti presso il Giudice di Pace che ha dimostrato vera indipendenza e imparzialità, nonché le nostre dure contestazioni avverso la Prefettura di Isernia. 

In sintesi al vaglio giudiziario abbiamo posto molte questioni. 

La triplicazione assurda di posti blu e tariffe a beneficio della società privata che li gestisce, peraltro paventando ulteriori aumenti: non c’è stato alcun rispetto delle stesse normative che, nelle zone vessate di Isernia, dovevano garantire l’interesse sociale, cioè un certo quantum di parcheggi liberi in base al numero di abitanti e alle cubature residenziali

La inesigibilità della tariffa poiché non disposta con Ordinanza del Sindaco e comunque non fissata dal Comune per gli anni dal 2019 in poi; l’assenza di titolo della società nel pretendere le esose tariffe per i molti vizi di nullità  dell’affidamento in concessione e per l’inesistenza del contratto in forma pubblica amministrativa, mal “coperto” da una atipica “transazione” anch’essa dannosa per il Comune, attese le diverse violazioni dell’art.32 del codice dei contratti pubblici ivi riportate e documentate in dettaglio, incluso l’analogo esposto per danni erariali. Per non parlare degli abusi di potere eccepiti sui disabili. Tutto al vaglio, si vedranno gli esiti. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi