PREOCCUPAZIONE PER LE RSA

Anche presso la Rsa “L’orchidea” di via Olivastro Spaventola a Formia sono risultati positivi due dipendenti ed è immediatamente scattata l’allerta. Cinquanta sono gli anziani ospiti della struttura. L’Asl si è subito attivata effettuando i tamponi. Continua a preoccupare a Formia la diffusione dei contagi. In poche ore sono state isolate due case per anziani dopo la scoperta che oltre la metà degli ospiti sono positivi al coronavirus. Il covid continua ad aggredire soprattutto le persone più fragili e a rischio come gli anziani.

Effettuati i test rapidi e aspettando l’esito dei molecolari, dopo l’ispezione compiuta dall’Asl di Latina e come chiesto dalla Direzione sanitaria, il sindaco Paola Villa ha emesso l’ordinanza che vieta l’ingresso alla Mater Divinae Gratiae a Gianola, gestita dalle suore francescane dei sacri cuori, e allo stesso tempo di uscire a quanti si trovano all’interno.

Si tratta della cosiddetta bolla sanitaria, volta a frenare la possibile escalation dei contagi. Dei 14 anziani ospiti e delle 10 suore che li assistono al momento  22 risultano positivi. Il provvedimento segue quello a carico della Rsa “Belvedere”, gestita da un imprenditore in via Spaventola, dove da tempo sono stati adottati i protocolli anti-Covid.

Proprio grazie a tali protocolli è stato scoperto un operatore asintomatico, successivamente i tamponi effettuati hanno rivelato la gravità della situazione,  sono risultati positivi 7 anziani su 11 e 3 operatori su 6.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi