IL PROCESSO MORGANTI IN CORTE D’APPELLO

Ancora un appuntamento con la giustizia per il caso Morganti. Giovedì gli imputati Mario Castagnacci e il padre Franco, Paolo Palmisani e Michel Fortuna sono davanti ai giudici della corte di Appello di Roma. Nel giudizio di primo grado gli imputati sono stati tutti condannati a 16 anni di reclusione perché ritenuti responsabili del reato di omicidio preterintenzionale tranne Franco Castagnacci. La procura della repubblica di Frosinone aveva chiesto l’ergastolo per Fortuna ravvisando l’omicidio volontario. 26 anni per Mario Castagnacci, 24 per Franco Castagnacci e 26 anni per Paolo Palmisani. Anche la parte civile rappresentata dall’avvocato Enrico Pavia, aveva esercitato la sua opposizione. La difesa punterà a derubricare il reato da omicidio preterintenzionale a rissa aggravata. Era il 24 marzo del 2017 quando davanti ad un locale notturno di Alatri nel frusinate l’allora ventenne Emanuele Morganti fu massacrato di botte fino a morire.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi