DROGA DALL’ESTERO IN CARCERE

Il carcere di Frosinone dopo circa una settimana dall’operazione di via Bellini torna al centro delle cronache per un’altra operazione dei carabinieri. Ancora una volta un detenuto dell’istituto ciociaro aveva messo su un giro di spaccio di droga che andava ad alimentare un sodalizio criminale composto da romani e calabresi vicino alla ‘ndrangheta’. Dalle prime luci dell’alba, nelle province di Roma e Reggio Calabria, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, coadiuvati dai Comandi dell’Arma territorialmente competenti, stanno dando esecuzione a un’ordinanza che dispone misure cautelari nei confronti di 21 persone, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Roma su richiesta della Procura della Repubblica di Roma – Direzione Distrettuale Antimafia, ritenuti appartenenti a un sodalizio criminale composto da soggetti italiani (romani e calabresi) e stranieri, contiguo alla ‘ndrangheta, attivo nel settore del narcotraffico internazionale.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi