INDAGINI DULL’ESPLOSIONE DEL MOTOSCAFO

Proseguono le indagini sull’incendio del motoscafo nel porto di Ponza avvenuto mercoledì pomeriggio e che per fortuna non ha causato notevoli danni a persone e cose. L’esplosione nel corso delle fasi di rifornimento carburante. Le fiamme hanno immediatamente avvolto il natante a bordo del quale c’erano tre componenti di una famiglia romana che sono riusciti a gettarsi in mare prima che le fiamme avvolgessero completamente il motoscafo La paura è stata grande per tutti ma fortunatamente non ci sono stati feriti, nonostante l’esplosione sia stata molto violenta.

Il motoscafo della lunghezza di 10 metri ha preso improvvisamente fuoco e subito dopo esploso. Immediatamente sono intervenuti il personale di un traghetto vicino e gli addetti al porto.

La barca è stata seriamente danneggiata dalle fiamme.  I carabinieri e la guardia costiera stanno facendo tutti gli accertamenti del caso, per capire cosa fosse accaduto. Secondo una prima ricostruzione l’incendio, e di conseguenza l’esplosione, è stato dovuto ad una fuoriuscita di carburante che è entrato in contatto con il motore ancora caldo. Per il momento è solo un’ipotesi. Nel porto di Ponza sono scattate tutte le misure di emergenza, è stato vietato il transito in entrata e in uscita fino al termine delle operazioni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *