Minturno – L’economia del mare cerca di tornare a galla

L’estate è alle porte e a giudicare dalle alte temperature anche il pericolo che i prodotti allevati in mare e nelle lagune come ad esempio cozze e vongole possano subire delle morie. L’allarme è lanciato dalla fondazione Vassallo  e dal suo coordinatore Erminio Di Nora. L’incertezza maturata con il Covid-19 ha ulteriormente messo in crisi le aziende di tutta Italia a causa della chiusura del mercato al dettaglio.

E’ giunto il momento per le Regioni interessate di interrompere la lotta di parte messa in atto contro coloro che hanno imparato l’autogestione e l’autofinanziamento.

Oggi gli Enti Regionali DEVONO occuparsi della qualità delle acque, dell’insabbiamento delle lagune dove lavorano migliaia di persone, dell’inquinamento da fosforo e azoto, garantendo così il produttore e il consumatore finale, ma anche un turismo ecosostenibile.

Il Covid-19 sta penalizzando tutti i produttori ed è fondamentale che il commercio del pesce e dei frutti di mare riparta anche con forme di domiciliazione, la creazione di medie piattaforme distributive, la certificazione qualitativa dei prodotti immessi sul mercato.

Il Mare è la Nostra Grande Ricchezza, chiosa Erminio Di Nora, è un Tesoro Naturale che non può andare perduto per la superficialità di alcuni politici o la mancanza di un coordinamento che tarda ad arrivare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi