Gaeta – Carnevale, incanta la “Compagnia dei folli”

Teatro di strada e artisti di strada. Il carnevaledi Gaeta ha dedicato ampio spazio ad una compagnia che incanta le piazze del mondo intero. Anche nell’edizione 2020 ospite d’onore la “Compagnia dei folli” che sta facendo conoscere una forma d’arte che trae la propria ispirazione dai grandi eventi Rinascimentali, dove il fantastico, la meraviglia erano protagonisti. I Folli raccontano storie e leggende senza tempo attraverso l’uso di trampoli, fuoco, effetti pirotecnici, acrobati sospesi e danzatori su pareti.
L’uso delle tecniche del cosiddetto nuovo circo e le pratiche di alpinismo e speleologia applicate agli spettacoli rendono le performance della Compagnia sempre più spettacolari, attori sospesi su cavi d’acciaio e funi elastiche, palloni aerostati fluttuanti, danze su pareti verticali, performance acrobatiche su tessuti, cerchi, cinghie, corde e trapezi creano negli occhi dello spettatore la meraviglia e l’incanto. Macchine scenografiche pirotecniche, proiezioni di luce su sfere trasparenti, abiti di luce, videomapping monumentale si integrano e completano gli spettacoli.

La Compagnia dei Folli ha collezionato numerose repliche dei propri spettacoli nelle Piazze più belle d’Italia, d’Europa e del mondo.

Centinaia di persone col fiato sospeso nel volo dell’angelo che anche quest’anno ha aperto il carnevale della città del sud pontino.

A Gaeta in piazza XIX maggio la compagnia ha portato in scena “Incanto” la storia di un amore tra due amanti che si intreccia con la lotta tra il male che distrugge e il bene cha fa amare. Un omaggio alla donna attraverso una favola. Un intreccio delicato ma allo stesso tempo forte di rituali di corteggiamento e battaglie. Le forze del maligno si impadroniscono dell’eroe relegandolo con un sortilegio a guerriero delle tenebre: il suo coraggio e la sua lealtà saranno sfruttati per la conquista e la distruzione del mondo. Solo la dolcezza dell’amata, scelta dalle forze del bene, riuscirà a rompere l’incantesimo per riportare, nel cuore oscurato del giovane, amore e felicità.

E poi, la danza verticale, quella che,  nel nostro immaginario,raggiunge altri luoghi, questa volta le pareti della casa comunale di Gaeta. I due danzatori volteggiano in aria per raccontare di mondi incantati dove le storie ci accompagnano in luoghi immaginari dove regna la meraviglia e lo stupore.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi