Gaeta – Furto di cellulare

Il furto di un cellulare ha messo nei guai due ragazzi di 19 anni di Napoli. I ladri evidentemente non erano a conoscenza che se l’apparato resta attivo e utilizzato con altre schede telefoniche, risulta semplice rintracciarlo. I due avevano infatti rubato a Gaeta uno smartphone, nel corso dell’estate 2019, con altri oggetti di valore. Attraverso i tabulati e il codice Imei è stato scoperto che lo smartphone era ancora in uso con altri numeri. I due ragazzi sono stati denunciati per ricettazione. La polizia, in seguito alla denuncia sporta nell’estate scorsa per il furto di un telefono cellulare e di altri oggetti di valore ha avviato le indagini, coordinate dalla Procura di Cassino. Grazie all’acquisizione di tabulati telefonici e attraverso il tracciamento del codice Imei dell’apparecchio, è stato possibile stabilire come lo stesso fosse ancora in uso, con altre numerazioni telefoniche. Gli ulteriori accertamenti hanno portato poi a scoprire che nei mesi successivi al furto, infatti, all’interno del dispositivo erano state inserite due altre schede sim riconducibili a due giovani fidanzati residenti a Napoli, come confermato dall’analisi dei contatti telefonici. I due 19enni, incensurati, sono stati rintracciati e denunciati in stato di libertà per il reato di ricettazione mentre lo smartphone, ritrovato in loro possesso, è stato sottoposto a sequestro penale in attesa dell’autorizzazione della competente autorità giudiziaria per la restituzione alla proprietaria.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi