Cassino – La Pasquetta Epifania

E’ la nuova generazione questa, la terza, due bimbi di sette e due anni e mezzo indossavano le cappe dei cantori della Pasquetta Epifania, aspettando il corteo dinanzi alla Chiesa di Sant’Antonio nel centro di Cassino. Per la precisione aspettavano la nonna che, ormai da decenni, è parte attiva di un evento che, ancora oggi, rappresenta una delle tradizioni più care alla città martire.

Anche quest’anno si è quindi rinnovata la tradizione, la magia della notte dell’Epifania ha attraversato l’intera città.

L’evento è stato anche quest’anno supportato dalla Banca Popolare del Cassinate.

La XXIII edizione a firma sempre dell’associazione culturale vecchia Cassino è stata dedicata al maestro Pio Di Meo deceduto dieci anni fa. Casa per casa, il gruppo ha intonato il tradizionale inno della Pasquetta Epifania, annunciando l’arrivo della Befana, l’Epifania del Signore e la conclusione delle feste di Natale.

Il gruppo dei cantori si è recato poi presso il platano di Largo Molise, pianta sopravvissuta ai bombardamenti che, nel corso della Seconda Guerra Mondiale, rasero al suolo la città di Cassino e che oggi è un simbolo di pace.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi