Cassino – Eutanasia e cure palliative

Dopo la decisione della Consulta del 25 settembre scorso e il parere del comitato di bioetica dello scorso luglio, il tema del fine vita è diventato ancora di più di strettissima attualità. Notevole il contributo di autorevoli relatori come l’avvocato Michela Del Vecchio, coordinatrice della regione Lazio di Diritti in Movimento che ha trattato del consenso dissenso informato, del dirittto di accesso alle cure palliative.

Il dottor Casale responsabile e coordinatore scientifico dell’associazione Antea, ha descritto il percorso palliativo come l’unica strada per alleviare sofferenze intollerabili riacquistando la capacità di esprimere scelte libere e consapevoli in tema di salute.

Il dott. Del Monte, primario dell’hospice del San Raffaele di Cassino, ha mostrato, con l’ausilio di dati e ricerche, come il trattamento in cure palliative permetta un’aspettativa di vita maggiore. Di fondamentale importanza anche la comunicazione con il paziente e tutti coloro che gli sono intorno. L’obiettivo è quello di alleviare le sofferenze fisiche ed emotive.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi