Cisterna – Morte di Desireè Mariottini, quattro rinvii a gudizio

Quattro rinvii a giudizio dei quattro imputati l’udienza preliminare per la morte di Desirée Mariottinila giovane di 16 anni di Cisterna morta all’interno di un edificio del quartiere San Lorenzo il 19 ottobre dello scorso anno. Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Roma  Clementina Forleo ha accolto in toto la richiesta dell’accusa, rappresentata dal procuratore aggiunto Maria Monteleone e dal sostituto procuratore Stefano Pizza, ed ha rinviato a giudizio Alinno Chima, Mamadou Gara, Yussef Salia e Brian Minthe, accusati di omicidio volontarioviolenza sessuale aggravata cessione di sostanze stupefacenti a minori.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, suffragata da una serie di accertamenti e perizie medico legali, gli imputati avrebbero abusato a turno della ragazza dopo averle fatto assumere un mix di droghe che si è rivelato fatale per la ragazzina di Cisterna.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi