Colfelice – Saf, attivati i sistemi di sicurezza

Più sicurezza negli ambienti di lavoro, maggiore tutela della salute e della incolumità degli operatori, prevenzione continuativa contro il rischio di incendi e un ulteriore, sensibile innalzamento dei livelli di protezione dell’impianto da eventuali tentativi di incursione o intrusione dall’esterno. Sono gli effetti della recente attivazione, presso lo stabilimento della Saf di Colfelice, del sistema di video/termo sorveglianza appena installato. Il progetto, a dire il vero, fu deliberato dalla Presidenza e dal CdA in largo anticipo rispetto alla successiva circolare con la quale la Regione Lazio, alla luce dei ripetuti incendi che nei mesi scorsi, a Roma, hanno compromesso la funzionalità di alcuni impianti Tmb, invitò i gestori degli altri stabilimenti dislocati sul territorio ad adottare sistemi di sorveglianza utili al potenziamento delle attività di prevenzione. Le termocamere, posizionate nelle fosse di scarico che accolgono i rifiuti in arrivo nel sito e nel reparto Cdr (Combustibile da rifiuto) rilevano costantemente la temperatura dei materiali in entrata destinati alla lavorazione e, in caso di significative variazioni di calore, trasmettono un segnale di allerta alla centrale di controllo che, in tempo reale, attiva la procedura di intervento per prevenire focolai o scongiurare eventuali principio di incendio.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi