Gaeta – Salvata Greta

E’ stata chiamata Greta la tartaruga Caretta caretta ritrovata nel corso di una battuta di pesca sportiva da Giuseppe Locci, sommozzatore professionista che ha interrotto la sua attività proprio per portare in salvo la giovane Tartaruga marina. Ancora una volta è stato facile constatare che, proprio a causa dell’attività dell’uomo, il piccolo esemplare marino si è ritrovato impigliato in un groviglio di lenza con ami. La giovane “Greta”, è rimasta vittima degli effetti collaterali della pesca. Grazie alla sensibilità del subacqueo e alla sinergia tra gli enti preposti, l’intervento di recupero e messa in sicurezza è stato condotto con la massima tempestività. I guardiaparco dell’Ente Parco Regionale Riviera di Ulisse, nodo della rete regionale per il recupero delle tartarughe marine TartaLazio, hanno immediatamente preso in consegna il rettile marino che è stato visitato nel Labter di Scauri dall’esperto Gianluca Treglia del Centro Ricerche Tartarughe Marine della Stazione Zoologica di Napoli.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi