Frosinone – Furti in autostrada, due denunce

La Polizia Stradale della Sottosezione di Frosinone ha scoperto e denunciato due uomini considerati gli autori di diversi furti lungo l’asse autostradale e di aver messo in funzione uno stratagemma funzionale a non essere scoperti. Secondo le accuse i due sarebbero i responsabili di un furto commesso nell’area di servizio La Macchia Ovest nel mese di arile scorso, Sempre secondo le ipotesi i due, approfittando della momentanea assenza del proprietario ed utilizzando un particolare congegno elettronico che riesce a disabilitare le frequenze di funzionamento dei telecomandi per la chiusura degli autoveicoli, si erano introdotti all’interno di un’Audi Q3 e avevano preso una borsa contenente un computer portatile ed un tablet.

Gli investigatori della stradale, incrociando i dati ricavati dalle celle telefoniche con le immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza ed con i dati dei transiti dei caselli autostradali, sono riusciti a ricostruire puntualmente il percorso seguito dai due dal giorno della partenza dal capoluogo partenopeo sino a raggiungere una località dell’Emilia per poi fare rientro verso il sud sul medesimo itinerario autostradale percorso durante il viaggio di andata.

Durante il tragitto, secondo la ricostruzione della Polizia stradale di Frosinone  i due si erano fermati presso altre aree di servizio di varie località d’Italia, realizzando furti di oggetti elettronici che venivano spediti a Napoli tramite servizio postale allo scopo di evitare controlli.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi