Sessa Aurunca – Cordoglio per la scomparsa di Francesco Domenici

Non se la sentono di commentare quanto accaduto nei giorni scorsi a Francesco Domenici il 33 enne originario di Maiano, una frazione del comune di Sessa Aurunca nell’alto casertano. Parenti e amici sono chiusi nel loro dolore, una morte improvvisa, ancora più dolorosa perché per Francesco non è stato possibile fare altro. Una barella adatta forse sarebbe bastata a salvargli la vita. Forse un caso di malasanità, l’ennesimo? La storia di Francesco ora è al centro di una indagine della Procura della Repubblica di Cassino, competente per il territorio a sud della provincia di Latina, nelle mani del magistrato Roberto Bulgarini Nomi. I familiari sono convinti che il decesso di Francesco sarebbe stato possibile evitarlo. Ora si attendono le risposte dell’autopsia mentre i carabinieri della compagnia di Formia hanno sequestrato le cartelle cliniche sia presso l’ospedale Dono Svizzero di Formia che presso la Clinica Casa del Sole dove Francesco era stato operato circa due mesi fa. L’intervento di bendaggio gastrico affrontato per perdere peso presso la clinica privata, poi il malore ela corsa all’ospedale dono svizzero con l’auto di famiglia. Il 118 non aveva la disponibilità di una barella adatta alle sue condizioni fisiche, Francesco era un grande obeso, poi la perdita di tempo e la morte prima  di arrivare al pronto soccorso. I famigliari chiedono ora solo di capire cosa possa essere successo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi