Formia – Flash mob dinanzi Marina di Castellone

Un flash mob di lettura e musica per l’ex albergo Marina di Castellone a Formia, uno dei beni confiscati alla famiglia Chianese e che versa ancora in uno stato di abbandono. La storia della struttura è stata ripercorsa dalla giornalista Graziella Di Mambro. Un intreccio di malaffari ed di relazioni tra uomini politici e faccendieri di un tempo non molto lontano e di cui ancora oggi si subiscono gli effetti. L’intento del flash mob è stato quello di riaccendere i riflettori su un bene confiscato come altri presenti nel sud pontino.

Le iniziative fanno parte del programma della XV edizione del Festival dei Teatri d’Arte Mediterranei con tre giorni di Odissea in barca a vela, lezioni di storia, proiezioni, poesia e letture. Non solo quelle dinanzi al complesso Marina di Castellone, ma anche dinanzi a all’ex discoteca Seven Up con La quinta mafia di Marco Omizzolo, proprio lì dove la criminalità organizzata fece i suoi affari più importanti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi