Sabaudia – Un lungomare più accessibile esicuro

Sabaudia smart beach, un lungomare “più sicuro” e accessibile a tutti tra nuove passerelle, passeggiata ciclo pedonale e un link con le informazioni utili sugli accessi al mare. Esprime soddisfazione il sindaco della nota località turistica e balneare del pontino, Giada Gervasi, per le attività svolte negli ultimi tempi. Non solo i cittadini ma anche i turisti potranno accedere alle notizie relative alle discese al lido direttamente dal proprio computer e smartphone collegandosi al sito del Comune di Sabaudia e accedendo alla pagina per i visitatori nella sezione mare.

In particolare, attraverso il sistema interattivo e l’apposita cartellonistica presente sul litorale, è più facile valutare le indicazioni per scegliere la discesa più opportuna alle proprie esigenze. Si tratta in totale di 44 accessi su 45 agibili lungo 15 km di litorale (in media una ogni 350 metri) con 5 discese riqualificate e 2 passerelle realizzate ex novo. Sono 11 (3 libere e 8 di stabilimenti, chioschi o noleggi) invece le passerelle percorribili da persone con disabilità e con passeggini, mentre per diverse passerelle, laddove la conformazione naturale della duna non permette la discesa, c’è la possibilità dell’aiuto assistito per accedere al lido tramite apposite attrezzature.

 

Sono 3 le spiagge libere attrezzate, due pienamente accessibili alle persone con disabilità e una con discesa agevolata. Per la prima, inaugurata ad agosto 2017, che si trova al km 20,400 in località Bufalara e per quella al km 23+079, sono stati attivati una serie di servizi che rendono possibile e agevole la discesa dalla strada fino al bagnasciuga. Le aree in questione non sono mai state fruibili con tali dotazioni in passato, se non negli ultimi due anni e grazie soprattutto alla collaborazione dei volontari della Protezione Civile comunale di Sabaudia la cui collaborazione garantisce le importanti attività.

E’ stata finalmente ultimata la passeggiata ciclo pedonale nel tratto tra ponte Giovanni XXIII e il canale Caterattino. La scelta è stata quella di eliminare la passerella in legno non più fruibile con il contestuale ripristino del percorso di 1500 metri con materiale ecocompatibile.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi