Formia . Incidente stradale, due comunità sconvolte

Intere comunità incredule, quelle di Gaeta dove Davide Manduzio,pur essendo originario di Napoli risiedeva, e quella di Latina dove lavorava. L’assurda morte del 50 enne che lunedì mattina si recava a prendere il treno alla stazione di Formia per raggiungere il proprio posto di lavoro alla IV brigata telecomunicazioni e sistemi per la difesa aerea dell’assistenza al volo di Borgo Piave, ha lasciato tutti basiti. Un tragico incidente stradale, lunedì mattina intorno alle 6,30 all’incrocio tra via Unità d’Italia e via Vindicio a Formia ha spezzato la vita dell’uomo,un terribile scontro tra due scooter che non ha lasciato scampo a Davide Manduzio che è deceduto dapo qualche minuto all’ospedale dono svizzero di Formia. Il dipendente civile del ministero della Difesa, era in sella al suo Kimco quando, per cause sulle quali stanno indagando gli agenti della polizia stradale di Formia, coordinati dall’ispettore capo Pasquale Canzano, si è scontrato frontalmente con uno Scarabeo, guidato da una donna di 30 anni di Minturno, che stava procedendo, per impegni di lavoro, in direzione di Gaeta. Entrambi avevano il casco. Probabilmente il sole non avrebbe consentito al Manduzio, che proveniva da Gaeta e svoltava a sinistra, di notare l’altro scooterista impattandolo frontalmente. Agli uomini del 118 intervenuti sul posto si è mostrata una scena raccapricciante, un ammasso di lamiere  e il corpo esanime del 50 enne a terra. Anche la donna è stata ricoverata all’ospedale dono svizzero con fratture e contusioni, fortunatamente le sue condizioni non destano preoccupazione. Il sostituto procuratore della Repubblica di Cassino Alfredo Mattei, ha disposto l’autopsia sul corpo dell’uomo.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi