Formia – “In mare non ci sono taxi”

Il Mausoleo di Cicerone ha fatto da scenario all’incontro di Roberto Saviano con oltre settecento cittadini del sud pontino. Lo scrittore di Gomorra ha presentato il suo ultimo lavoro  ‘In mare non esistono taxi’,  una riflessione sulle diverse fotografie dell’immigrazione, un tema di grande attualità e su cui spesso interviene sui  canali social network e sui media. Il tema delle rotte d’immigrazione, delle traversate nel mar Mediterraneo e, prima, nel deserto del Sahara, dei centri di detenzione in Libia e altrove, della permanenza in Italia, dei salvataggi in mare a opera delle ONG e della Marina. Una raccolta di fotografie dei più grandi autori internazionali che hanno documentato il tema si intreccia con il racconto di Saviano che a sua volta le contestualizza con i suoi commenti, analizzando anche in dettaglio i casi più significativi che sono stati pubblicati sulla stampa.

Viaggi sempre molto estremi, i barconi sono vecchi e sovraccaricati, le condizioni disumane. Un ruolo fondamentale dal punto di vista umanitario è svolto proprio dalle ONG, che il Ministro Di Maio ha definito “taxi del mare”. Saviano dà spazio anche alle storie dei volontari di Medici Senza Frontiere che salvano le persone in mare, dà loro anche un volto con i ritratti sul campo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi