Roccasecca – Muore dopo iniezione di antibiotico

Sono stati indagati due medici per il decesso di una signora di 80 anni di Roccasecca,in provincia di Frosinone. I fatti risalgono al 23 aprile scorso e non è il primo caso che si registra. La donna, dopo aver assunto il Rocefin,un principio attivo antibiotico che solitamente viene somministrato  in caso di infezioni batteriche gravi,ha perso la vita. La procura della repubblica di Cassino ha aperto un fascicolo perché il decesso,secondo i familiari della donna, è avvenuto in circostanze tutte da chiarire.Il decesso di Francesca Pistilli di 80 anni,spirata nella sua casa di Roccasecca si sommerebbe ad altri decessi sospetti verificatisi tutti dopo l’assunzione del Rocefin. L’anziana nel mese di marzo, in seguito alla comparsa di macchie rosse in svariate parti del corpo, era stata ricoverata per una settimana presso una clinica formiana, dove le sono stati somministrati diversi farmaci, mentre prima era solita assumere solo Aspirina e un altro medicinale per l’Alzheimer. L’80enne ha iniziato ad accusare  problemi all’occhio che le sarebbero stati fatali, con una forte infiammazione del canale lacrimale trattata con un medicinale che però le avrebbe causato una reazione cutanea e una secrezione oculare. La paziente è tornata alla clinica dove, tra le altre cose, l’hanno curata con impacchi di acqua calda che tuttavia hanno “sgonfiato” solo parzialmente l’occhio. E così l’anziana, tramite la sorella, ha chiesto al suo medico di famiglia di poter avere un altro parere specialistico e il dottore le ha prescritto una visita presso l’ospedale Santa Scolastica di Cassino. Qui l’oculista che l’ha visitata le ha prescritto un antibiotico, il Rocefin, da somministrare con iniezione intramuscolo. Subito dopo la signora  ha cominciato a sentirsi male e a non riuscire più a respirare. Inutili tutti i tentativi dei familiari di soccorrerla e l’allarme lanciato tempestivamente al 118: i sanitari del Suem hanno tentato svariate volte le manovre di rianimazione, purtroppo però la signora è spirata dopo circa venti minuti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi