Arce – Mollicone: finalmente giustizia sarà fatta

Serena Mollicone è stata uccisa in caserma. A questa conclusione è giunta la Procura della Repubblica di Cassino che ha chiuso l’inchiesta sull’omicidio di Serena Mollicone, ad oggi ancora senza un colpevole. Sono cinque gli indagati ora, tra cui tre carabinieri. Nelle scorse ore è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari. Dalle stesse emerge che la studentessa di Arce fu colpita all’interno di un alloggio della caserma dei carabinieri di Arce a seguito di un litigio con alcuni componenti della famiglia Mottola. Quindi risulterebbero indagati  l’ex maresciallo dei carabinieri Franco Mottola sua moglie Annamaria e il figlio Marco. Indagato anche per concorso in omicidio volontario il luogotenente Vincenzo Quatrale, il carabiniere Francesco Suprano invece risponde di favoreggiamento in omicidio volontario.

Le relazioni dei Ris e l’informativa dei carabinieri stabiliscono che Serena ha battuto la testa nel corso del litigio e presumibilmente sarebbe stata lasciata morire per poi essere stata chiusa in un  sacco di plastica ed abbandonata nel bosco dell’Anitrella. Nel corso di 18 anni gli indagati si sono sempre dichiarati innocenti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi