Frosinone – Truffa on line

L’attenzione di una giovane donna, navigando sul web, viene attirata dal costo
allettante di una borsa di una nota griffe italiana.
Contatta subito il “venditore” online, all’utenza telefonica indicata nell’inserzione e,
come da accordi, effettua il pagamento con un versamento su carta di credito
ricaricabile.
Trascorsi i necessari tempi tecnici per la spedizione e non ricevendo alcuna
spiegazione circa l’eventuale ritardo, l’acquirente sospetta un raggiro e pertanto
decide di rivolgersi alla Polizia.
Formalizza la denuncia presso gli uffici della Questura; del caso si occupano gli
uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico.
Scattano tempestivi e serrati accertamenti che permettono di risalire all’identità
degli intestatari sia dell’utenza telefonica che della carta di credito, rispettivamente
una 39enne ed un 43enne, entrambi residenti a Reggio Calabria.
Scatta la denuncia.
La Polizia di Stato rinnova l’invito ad effettuare acquisti in sicurezza ricordando
“Quando compri online, pensa offline”:
utilizzare, se possibile, le app ufficiali per completare l’acquisto – questo
semplice accorgimento permette di evitare i rischi di “essere indirizzati” su siti
truffaldini o siti clone che potrebbero catturare i dati finanziari e personali inseriti
per completare l’acquisto (phishing);
scegliere sempre una spedizione tracciabile ed assicurata, oltre che controllare
i dettagli della transazione e le modalità di consegna.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi