Roma – Gli sfasci di Centocelle

Venti rottamatori di automobili, con annesse carcasse di lamiera, in un’area archeologica che ospita resti dell’antica Roma. Incredibile ma vero. Gli sfasciacarrozze del parco di Centocelle, 126 ettari di terreno stretti tra la via Casilina, viale Togliatti, via Papiria, nel cuore del quadrante est della città, convivono tranquilli e beati con ben tre vincoli archeologici e paesaggistici posti sull’area tra gli anni ’50 e gli anni ’90. Completamente ignorati. E stando alle ultime informazioni fornite dall’amministrazione grillina durante una commissione Trasparenza con focus sul parco, il trasferimento degli autodemolitori in zone industriali lontane dai centri abitati, di cui si parla da decenni e imposto da una direttiva europea del 2000, è ancora lontano. “

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi