Sperlonga – Ritrovato in spiaggia un capitello ellenico

Lui è Francesco Rendinaro il pescatore di Sperlonga che casualmente ha fatto portare alla luce uno splendido capitello ellenico sepolto dalla sabbia sulla spiaggia sperlongana. Stava pescando proprio in questo punto quando dalla sabbia è emerso una parte del capitello. Un pezzo della storia d’Italia tenuto in ottime condizione che, dalle prime rilevazioni degli archeologi della soprintendenza si tratterebbe di un capitello applicato su installazione romana di epoca imperiale. Il capitello è stato ritrovato sulla spiaggia di Levante a due passi dal Monumento naturale Villa di Tiberio e presumibilmente è un frammento di un porticato della villa dell’imperatore romano.

Grazie alle mareggiate dei giorni scorsi che hanno eroso il litorale è stato possibile riportarlo alla luce.

Il diametro è di circa un metro e la Soprintendenza, guidato da Francesco Di Mario, sta studiando l’opera. La notizia dell’importante ritrovamento si è diffusa rapidamente tra la cittadinanza e in molti ricordano il 1957.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi