Formia – Il dio dimenticato

 

E’ iniziato un ciclo di incontri sulla poesia in lingua italiana. Il curatore di questa rassegna poetica, incentrata su autori che rappresentano esempi di non rari e ingiustificati silenzi che costellano la storia letteraria del novecento, è il dirigente scolastico Pasquale Gionta. Poeti spesso trascurati se non dimenticati o addirittura cancellati, non più ripubblicati dai loro autori.

Poeti persi nel tempo da ricercarsi nei vecchi cataloghi. Nel primo incontro sono state presentate le opere di Beppe Salvia, scrittore nato a Potenza nel ’54 e deceduto a Roma nell’85. Di lui restano le sue poesie, lascito di un grande lirico, una voce tra le più raffinate della poesia italiana degli ultimi decenni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi