Formia – Tlc Telecomunicazioni e la fatturazione ogni 30 giorni

Fatturazione ogni 28 giorni? Non è corretto. L’agcom, l’autorità per le comunicazioni, ha invitato, nei giorni scorsi, tutte le compagnie telefoniche che hanno adottato la fatturazione cadenzata ai 28 giorni, a tornare alla fatturazione mensile, allo scopo di garantire il confronto tra prezzi e diverse offerte da parte del consumatore finale. Sanzioni fino a un milione di euro, secondo quanto prescrive l’ultima legge sulla Concorrenza che ha alzato il tetto per le multe comminate da AgCom. L’authority per le comunicazioni, guidata da Angelo Marcello Cardani, ha deciso di imporre un giro di vite contro la fatturazione a 28 giorni decisa dagli operatori di telefonia che hanno abbandonato la cadenza mensile comportando così, di fatto, un rincaro delle tariffe medio dell’8,6%.

L’AgCom ritiene che ci siano gli estremi per ravvisare il «mancato rispetto delle disposizioni relative alla cadenza delle fatturazioni e dei rinnovi delle offerte di comunicazioni elettroniche». La questione è tuttavia complessa, teoricamente gli operatori hanno facoltà di decidere le politiche commerciali, tanto che Asstel, l’associazione che le rappresenta, denuncia sia «in gioco la libertà d’impresa». Intanto, sul mercato esistono anche altri operatori che hanno deciso di non abbandonare la fatturazione mensile allo scopo di garantire all’utente finale, stabilità dei costi e garanzia di trasparenza commerciale.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi