Gaeta, operazione ‘Rexton’ conclusa, arrestati 3 pusher del golfo

  • 1
  • 2
  • Dhurtim-Flogert-Battista-Pusher-Arrestati

 

Gaeta – Alle prime luci dell’alba i militari della Tenenza Carabinieri di Gaeta, in collaborazione con personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Formia hanno eseguito tre misure cautelari personali, emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Cassino, Angelo Valerio D’Anna, a carico di due cittadini albanesi e di un italiano ritenuti responsabili di traffico continuato di sostanze stupefacente. L’operazione “Rexton” era stata avviata dopo l’arresto in flagranza di reato, il 29 dicembre 2014, di due noti pregiudicati trovati in possesso di un ingente quantitativo di cocaina destinata al mercato locale dello spaccio. Essa ha richiesto una intensa attività investigativa, protrattasi da febbraio ad agosto 2015, con costanti servizi di osservazione, controllo e pedinamento accompagnati da perquisizioni personali, veicolari e locali, oltre che tramite indagini tecniche che hanno consentito di ricostruire le dinamiche del traffico di stupefacenti come cocaina, ketamina ed hashish tra i Comuni di Gaeta e Formia. 1Qui erano particolarmente attivi, da oltre due anni, Flogert Kolici, classe ’93, Dhurim Shini, classe ’94, e Ferdinando Battista, classe ’80, destinatari della misura cautelare. I più giovani erano riusciti a divenire punto di riferimento per un folto numero di giovani e giovanissimi (anche minorenni) del golfo, mentre Battista era specializzato nella vendita nei pressi dei locali maggiormente frequentati con particolare predilezione per il centro storico.

L’affare, loro lo avevano capito, era così ingente che bisognava parlare in codice: “richiesta di aiuto” supponeva dello stupefacente, una dose di cocaina era indicata come “una botta” e della ketamina diveniva addirittura un invito a cena (“senti ma puoi veni con Kendi? Sto con 5 amici a cena, pago tutto in anticipo”). Nel corso dell’indagine, inoltre, son stati arrestati in flagranza di reato 7 soggetti per traffico di sostanze stupefacenti e deferite in stato di libertà 26 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di traffico stupefacenti, estorsione, favoreggiamento personale. Segnalati, infine, alla Prefettura di Latina 3 assuntori di stupefacenti, mentre sono state recuperati e sequestrati 50 grammi circa di cocaina, 650 grammi circa di hashish e 50 grammi circa di  Ketamina. Quanto ai tre personaggi principali dell’operazione, Kolici e Shini si trovano adesso nel carcere di Cassino, mentre Battista è agli arresti domiciliari presso la propria abitazione. Per concludere, una curiosità: il nome dell’operazione, per chi se lo fosse chiesto, deriva da quello del modello dell’autovettura di grossa cilindrata utilizzata da Kolici e Flogert nell’attività di spaccio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi