Oggi si celebra…

Giornata Mondiale della Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva: si tratta di una ostruzione irreversibile delle vie respiratorie, di solito progressiva ed associata ad uno stato di infiammazione cronica e ad una diminuzione del flusso respiratorio. Alla base di questa patologia il tabagismo, gli agenti inquinanti e l’inalazione di sostanze nocive che causano lesioni diverse e variabili per sede, tipo, gravità o estensione, mentre fra i sintomi si segnalano la dipnea, la tosse protratta, il catarro. Giornata-Mondiale-della-Broncopneumopatia-Cronica-Ostruttiva2015Questi campanelli d’allarme vengono spesso sottovalutati e trascurati: “è colpa del fumo o della vecchiaia” molti si ripetono, ma non fanno altro che ritardare la diagnosi o proprio evitarla. Lo strumento maggiormente usato per evidenziare il problema è la spirometria, un esame che segnala tanto i sintomi respiratori quanto l’esposizione ai fattori di rischio, oltre alla ostruzione del flusso aereo. Nonostante l’utilità, però, è poco effettuato, con tutti i problemi che comporta. Si stima che in Italia la BPCO riguardi 4.400.000 pazienti e che nel 61% dei casi essa non è correttamente diagnosticati o adeguatamente trattata; anche per questo si prevede che nel 2020 possa rappresentare la 3° causa di morte nel mondo. Meglio correre ai ripari attraverso un programma di monitoraggio della malattia e, quindi, fare dei controlli se si riscontrano dei sintomi come quelli indicati.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi