Influenza, campagna antivirale 2015/2015 della Asl

 

Materiale divulgativo della Campagna Vaccinazione 2015-16_IISono quasi 100mila i casi di influenza tipica dell’autunno registrati fino ad oggi in Italia dalla seconda settimana di ottobre quando è cominciato il monitoraggio della rete ‘Influnet’ coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità. Per contrastarla il vaccino è uno dei modi principali. Dal 20 Ottobre 90.000 dosi di vaccino antinfluenzale e 6.500 dosi di vaccino anti-peneumococcico sono nella disponibilità dei soggetti vaccinatori  dell’Azienda ASL Frosinone (n.° 430 studi dei medici e pediatri di famiglia – n.°6 Servizi vaccinali dell’Igiene Pubblica – n.°4 Consultori pediatrici dislocati nei Distretti di Alatri-Anagni/Frosinone/Sora/Cassino) per la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2015/16 e per il contestuale programma di vaccinazione antipneumococcica. Si, perché, oltre al vaccino contro l’influenza (che è già disponibile sia negli ambulatori dei medici di famiglia che nei servizi vaccinali aziendali) viene offerto attivamente e gratuitamente ai soggetti a rischio per età e presenza di patologie predisponenti, anche, il vaccino contro lo pneumococco, anch’esso disponibile presso gli ambulatori dei medici di famiglia ed i servizi vaccinali.

Materiale divulgativo della Campagna Vaccinazione 2015-16_IIIVaccinarsi contro questo batterio è particolarmente importante, perché la malattia nell’anziano e nel paziente a rischio è responsabile di gravi infezioni quali meningite, polmonite e batteriemia. È sufficiente una sola dose di vaccino anti-peneumococcico, non sono necessari richiami annuali come per la vaccinazione antinfluenzale. Le categorie a rischio cui è consigliata la vaccinazione antipneumococcica sono le persone affette da particolari malattie (diabete, assenza o malattie della milza, malattie croniche del cuore, dei polmoni o dei reni, sordità con impianti cocleari, difetti delle difese immunitarie, neoplasie, ecc.), che aumentano ulteriormente il rischio di gravi complicanze.

Poiché il vaccino antinfluenzale rimane il mezzo più efficace e sicuro per prevenire l’influenza e le sue complicanze (raramente ha effetti collaterali ed è consigliato a tutti, ma soprattutto agli anziani e ai soggetti a rischio, che dalle complicanze dell’influenza possono avere le conseguenze più gravi), l’ASL Frosinone sta rivolgendo l’invito, anche, tramite chiamata attiva con apposita lettera, a vaccinarsi. Materiale divulgativo della Campagna Vaccinazione 2015-16_IVLe vicende dello scorso anno, legate al ritiro di alcuni lotti di vaccino, hanno allontanato molte persone dalle vaccinazione, con il risultato che si sono poi verificati molti più casi gravi di influenza, con ricoveri e decessi. Nella campagna di quest’anno l’obiettivo è riuscire a raggiungere molte più persone. “Obiettivo della vaccinazione antinfluenzale è ridurre del 70-80% la mortalità legata all’influenza, tenuto conto che ogni anno in Italia 9.000 persone muoiono per complicazioni legate proprio a questa. I vaccini, compresi, quelli influenzali, sono prodotti biologici sicuri, essendo sottoposti ad una serie di controlli accurati per la verifica degli standard previsti dalle autorità internazionali, e restano un indispensabile strumento di prevenzione, efficace nella lotta alla diffusione delle malattie infettive” precisa l’Asl in una nota.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi