Rifiuti, scoperto trasgressore tramite filmati

  • CASSINO_UOMO_CON_SUV_GETTA_IMMONDIZIA_BANNATO_imm_30 07 2015.avi.Immagine001
  • CASSINO_UOMO_CON_SUV_GETTA_IMMONDIZIA_BANNATO_imm_30 07 2015.avi.Immagine002
  • CASSINO_UOMO_CON_SUV_GETTA_IMMONDIZIA_BANNATO_imm_30 07 2015.avi.Immagine003
  • CASSINO_UOMO_CON_SUV_GETTA_IMMONDIZIA_BANNATO_imm_30 07 2015.avi.Immagine005
  • CASSINO_UOMO_CON_SUV_GETTA_IMMONDIZIA_BANNATO_imm_30 07 2015.avi.Immagine007

Ennesimo episodio di abbandono dei rifiuti, stavolta nella centralissima via San Marco, dove il trasgressore, arrivato col suo Suv, ha abbandonato un sacchetto dell’immondizia nelle vicinanze di un cassonetto per la raccolta panni. CASSINO_UOMO_CON_SUV_GETTA_IMMONDIZIA_BANNATO_imm_30 07 2015.avi.Immagine007L’Assessore all’Ambiente del Comune di Cassino, Riccardo Consales, ha visionato le immagini fornite da un cittadino che riprendono il trasgressore proprio nel momento in cui abbandona i rifiuti. “Lo ringrazio, perché con la sua segnalazione ci ha permesso, insieme alla Polizia Locale, di attivare tutte le procedure del caso per risalire all’identità del trasgressore al quale verrà, come previsto dalla legge, comminata la sanzione amministrativa. In questi casi, infatti, in presenza di rifiuti domestici e non di rifiuti speciali è prevista – per chi abbandona rifiuti lungo le strade, nei fossi e sui terreni presenti sul territorio comunale- esclusivamente la sanzione pecuniaria che va da 500 fino a 3000 euro, in base alla tipologie di reato”.

E’ questa la dimostrazione di quanto fondamentale sia la collaborazione tra cittadini, associazioni ed istituzioni nel contrastare questo tipo di pratiche a dir poco incivili. Così Consales si appella alla cittadinanza perché segnali qualsiasi fenomeno di abbandono –attraverso filmati, fotografie, targhe delle vetture– che possano permettere di individuare l’autore del gesto. “Siamo praticamente certi che chi si rende protagonista, in negativo ovviamente, di simili atti lo fa perché non paga la tassa sui rifiuti” aggiunge. Le segnalazioni di trasgressori o di cittadini ‘distratti’ che non pagano il tributo aiuta a ridurre il numero il tributo per tutti quei cittadini che fanno la raccolta differenziata e pagano regolarmente.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi