Omicidio Barlone, domani l’autopsia. Massimo riserbo dei Carabinieri

Attesa per l’autopsia sul corpo di Patrizio Barlone, l’ex diacono di 61 anni ucciso nella sua abitazione la notte tra domenica e lunedì. Dai risultati dell’esame potranno emergere particolari importanti, come l’ora e l’arma del delitto. Intanto gli investigatori proseguono nel massimo riserbo. Al vaglio anche le immagini delle telecamere della zona. Si cerca anche di delineare il movente. I Carabinieri scavano nella vita personale del 61enne. Barlone è stato trovato da sua nipote. L’uomo aveva mani e piedi legati e una profonda ferita sulla testa. Le indagini sono condotte dai Carabinieri e coordinate dal sostituto procuratore Eleonora Tortora.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi