Guardia Forestale: in aumento segnalazioni di reati ambientali

Il Corpo forestale dello Stato è sempre più attento agli illeciti connessi ai rifiuti, anche grazie ad un aumento delle segnalazioni di reato, così come evidenziato durante l’audizione dei vertici del Corpo alla Commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, presieduta dall’onorevole Alessandro Bratti. Il comandante del Corpo, Cesare Patrone, ha ricordato come sia stato sviluppato negli ultimi anni un protocollo specifico per la lotta agli illeciti ambientali, particolarmente importante anche per la difesa del settore agroalimentare. Patrone ha poi espresso contrarietà alla ventilata ipotesi legislativa di accorpamento con la Polizia, auspicando, invece, la fusione del Corpo con le polizie provinciali, le polizie regionali e l’Istituto controllo qualità e antifrode. All’audizione hanno partecipato anche il comandante regionale per la Campania, Sergio Costa, e quello di Latina, Giuseppe Versi. Il primo ha constatato un aumento delle segnalazioni di reato anche in Campania, mentre il secondo si è soffermato sul controllo dei depuratori e dei fanghi, in particolare sullo spargimento di materiale inquinante nei campi, fenomeno già ampiamente affrontato dalla Commissione nella sua missione in Veneto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi