Parco Santa Rita, la protesta dei residenti contro un potenziale scempio edilizio

I residenti del quartiere che ospita il parco pubblico ‘Santa Rita’ sono sul piede di guerra a causa della contestata delibera di giunta n°196 del 2014, che prevede la realizzazione di due palazzoni proprio sull’area verde. Da giorni, quindi, la zona è presidiata da volantini di protesta che invitano tutti i cittadini a partecipare ad ogni tipo di mobilitazione per evitarne lo scempio. Su uno di questi si legge “Ci risiamo! Della serie ‘il lupo perde il pelo, ma non il vizio’”, che torna indietro fino al lontano 1992, quando alcuni speculatori edili tentarono di realizzare due palazzoni di cinque piani proprio sul terreno acquistato dal Comune destinato al parco. L’allora sindaco, Delio Redi, scongiurò il pericolo, mentre le successive amministrazioni Finestra e Zaccheo avallarono quella sana scelta valorizzando l’area con una serie di interventi e con un monumento dell’aviatore.

“Ebbene oggi quello che non riuscì allora in modo diretto -scrivono i residenti- viene tentato in modo indiretto grazie alla grandiosa disponibilità dei nostri attuali amministratori che- con la revisione del PPE R3- mettono disposizioni della speculazione edilizia due belle porzioni del parco per la realizzazione di due palazzoni di cinque piani oltre- ad una strada ed un parcheggio. Lotteremo con ogni mezzo contro l’analfabetismo etico sociale che sembra essersi insediato in molti settori della nostra città” concludono, con l’invito alla cittadinanza ed alle istituzioni ad intervenire per salvare non solo il Parco, ma a questo punto la città di Latina da questi c.d. poteri forti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi