L’immigrazione in provincia di Latina aumenta del 19%

Il centro studi composto dai ricercatori operanti presso la Caritas di Roma, Idos-Unar, ha pubblicato un dossier che rileva un aumento degli stranieri in Italia, in particolare nella provincia di Latina. Relativamente al 2013, infatti, in terra pontina la popolazione straniera residente è aumentata del 19,1%, laddove la provincia di Latina è seconda solo a Roma, nel cui territorio si concentrano l’82,5% degli immigrati laziali.

ImmigratiDalle percentuali ai numeri, si contano ben 42.821 stranieri regolari in tutta la provincia. Numeri alti (cui non confluiscono i dati relativi ai clandestini), che ugualmente fanno attestare Latina ancora sotto la media nazionale: difatti col suo 7,5% la provincia pontina è la penultima della Regione, seguita soltanto da Frosinone.

Qualche altro interessante: se nel resto d’Italia più della metà degli immigrati sono donne, a Latina gran parte delle comunità straniere sono composte da uomini, per i campi e le aziende agricole nelle quali viene impiegata forza lavoro di sesso maschile. A dispetto del continuo e massiccio arrivo di indiani, in cerca di un lavoro presso le numerosissime cooperative locali, la percentuale maggiore di stranieri del Lazio è costituita ancora dai romeni. Infine l’ultimo particolare è sull’istruzione: gli studenti stranieri in provincia di Latina rappresentano appena il 7,2% del totale, oltre 2 punti in meno rispetto alla media nazionale; ciò vuol dire che gran parte degli immigrati arriva in età post-scolare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi