Sequestrati un carico di attrezzi, macchine edili e 26.000 litri di gasolio di contrabbando

La Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, nel corso dei servizi predisposti sull’autostrada A1 per il contrasto al traffico illecito di veicoli, ha portato a termine due distinte operazioni di polizia giudiziaria.
In particolare alle prime ore dell’alba una pattuglia ha sottoposto a controllo un autocarro dotato di braccio gru che percorreva l’A1 all’altezza del casello di Cassino, in direzione Napoli.

DSC00547

Fermato il mezzo pesante in prossimità di una piazzola di sosta, gli agenti hanno proceduto alla verifica dei documenti di circolazione del veicolo e di quelli personali del conducente, 23enne italiano di Santa Maria Capua Vetere (CE), il quale durante il controllo, per le informazioni incongruenti fornite circa la provenienza del carico trasportato, ha indotto gli agenti ad approfondire la questione. L’esito: l’autocarro era stato rubato nella notte presso una ditta di Viterbo e al momento conteneva 2 escavatori, 4 decespugliatori, 5 matasse di rame, una motosega, un gruppo elettrogeno, 5 trapani elettrici ed una bicicletta in carbonio, tutti sottratti presso la medesima società viterbese.

DSC00550

Così, accusato di furto aggravato, è stato sottoposto ai rilievi foto segnaletici e condotto al carcere di Cassino, mentre l’autocarro e l’ingente quantitativo di merce (valore complessivo superiore a 200.000 euro) sono stati sottoposti a sequestro per la successiva restituzione al proprietario dell’impresa.

Nella tarda mattinata, invece, un’altra pattuglia ha proceduto al controllo di un autoarticolato con targa polacca in transito sull’A1 verso Napoli. Dai documenti dell’autista è emerso che il destinatario del liquido trasportato coincideva con una ditta di Roma risultata inesistente. Segnale negativo; dunque gli agenti hanno approfondito riscontrando nel semirimorchio 26 contenitori in plastica rigida da 1000 litri ciascuno con gasolio quasi certamente di contrabbando. Quindi, per accertarne l’effettiva natura sono stati prelevati diversi campioni da sottoporre ad apposite analisi tecniche, che hanno evidenziato parametri chimico-fisici assimilabili a quelli tipici del gasolio per autotrazione.

DSC00547

foto 9 OTTOBRE 065

DSC00550

L’alterazione del prodotto serviva verosimilmente a sottrarre il carburante all’imposizione fiscale e ad eludere il versamento delle accise. Insomma, a conclusione degli accertamenti, gli agenti della Polstrada hanno sequestrato il carico di 26.000 litri di gasolio di contrabbando e sanzionato il 59enne conducente polacco per la violazione della normativa sul trasporto delle merci pericolose (infrazioni che hanno comportato il fermo amministrativo del TIR e la sospensione della patente di guida e della carta di circolazione).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi