Contributi alla locazione, annualità 2013

Il comune di Isola del Liri ha pubblicato il Bando Pubblico per la concessione di contributi per il sostegno alla locazione anno 2013 (redditi 2013). Le domande devono essere compilate sui moduli appositamente predisposti dal Comune, disponibili presso l’Ufficio servizi sociali e l’Urp. Complete di tutta la necessaria documentazione, vanno presentate all’Ufficio Protocollo o tramite raccomandata postale a/r, entro il termine perentorio del 24 ottobre 2014.
Per poter presentare la domanda occorre: essere residenti nel Comune per il periodo cui si riferisce l’annualità del bando, cittadino italiano o di uno Stato aderente all’Unione Europea, cittadino di uno Stato non aderente all’Unione Europea se munito di permesso o carta di soggiorno. Occorre essere titolare di pensione, lavoratore dipendente o assimilato, lavoratore sottoposto a procedura di mobilità o licenziamento nel corso dell’anno 2013 e alla data odierna essere ancora in attesa di occupazione, appartenere a famiglia numerosa monoreddito con almeno tre figli a carico.
Occorre inoltre essere conduttore di un alloggio di proprietà privata o pubblica, con esclusione degli alloggi di ERP, con contratto di locazione per abitazione principale regolarmente registrato e possedere un valore ISEEfsa (indicatore della situazione economica equivalente per il fondo sociale affitti), relativamente all’anno 2013, non superiore ad € 8.000,00, rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti superiore al 24% ( fascia B).
Non potranno inoltrare domanda gli assegnatari di immobili di edilizia residenziale pubblica e i conduttori di alloggi appartenenti alle categorie catastali A/1, A/7, A/8, A/9 e A/10 e coloro che abbiano già usufruito per l’anno 2013 di interventi analoghi da parte di altri enti o da parte di questo comune.
I contributi saranno concessi secondo un principio di gradualità attribuendo uno specifico punteggio che tenga conto in modo graduale del numero dei componenti il nucleo familiare, del reddito complessivo e dell’incidenza del canone sul reddito, favorendo i nuclei familiari con redditi bassi e con elevate soglie di incidenza del canone, fino ad esaurimento delle risorse assegnate dalla Regione Lazio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi