Elezioni provinciali, presentate le liste

Sono sei le liste che si contenderanno i voti il prossimo 12 ottobre, data stabilita per le elezioni provinciali indette grazie alla riforma ultima che avrebbe dovuto abolire questi enti piuttosto inutili e che invece altro non ha fatto che ridurre delle poltrone, lasciando l’assetto dell’ente pressoché invariato, coi medesimi uffici e competenze.
Da una parte Eleonora Della Penna, sindaco di Cisterna, sostenuta dal centrosinistra alleato con il Nuovo Centrodestra di Enrico Tiero e, sul fronte opposto, il sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano, sostenuto da Forza Italia e Fratelli d’Italia-Udc (uniti dunque in una sola lista). L’eccezione, almeno per ora, è quella rappresentata dalle aggregazioni civiche vicine al sindaco di Aprilia, Antonio Terra, e a quello di Bassiano, Domenico Guidi. I due esponenti hanno presentato una lista con sei candidati che, al momento, però, non è schierata con nessun presidente, come spiega Guidi, riservandosi di decideremo nei prossimi giorni.
Forza Italia, sostenitrice del sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano, hanno candidato Edoardo Accetta, Antonello Merolla, Alessio Pacione, Franco Taddeo, Salvatore De Meo, Vincenzo Malvaso, Giorgio Ialongo, Fabio Martellucci, Paolo Torelli, Tommaso Bianchi, Renzo Scalco, Valentino Giuliani; Fratelli d’Italia e Udc, insieme in una unica lista (denominata Cdc, ‘Casa dei Comuni’) e sempre a sostegno di Mitrano, annoverano Patrizio Avelli, Giovanni Bafundi, Luca Bracchi, Mauro Carturan, Michele Forte, Giacomo Giuliani, Luigino Mandatori, Salvatore Palazzo, Angelo Felice Pompeo, Nicola Riccardelli, Domenico Tennennini, Fabio Tontini.
Il PD schiera, a sostegno della candidatura di Eleonora Della Penna, Sandro Bartolomeo, Giovanni Bernasconi, Alessandro Di Tommaso, Vincenzo Giovannini, Maurizio Mansutti, Sabrina Pistilli, Eligio Tombolillo, Loriano Agnessi, Aurelio Alessandroni, Teodorico Colorito, Erica Marsella, Franca Petroni. Il Nuovo Centrodestra candida Claudio Di Matteo, Giovanni Trani, Enzo Polidoro, Vincenzo Petruccelli, Lino Lauretti, Salvatore La Pegna, Giuseppe Belli, Elena Conte, Mirco Bertolissio, Alvaro Mastrantoni, Paolo Panfili.
Quanto alle liste civiche, quelle che fanno capo a Terra e Guidi non hanno ancora espresso una loro preferenza seppure, da più parti, si ritiene che alla fine potrebbero andare con Della Penna o, al contrario –è valida anche questa ipotesi- non esprimere alcuna preferenza per un candidato presidente. Per loro Giada Gervasi, Pasquale De Maio, Costantino Cacciotti, Alessandro D’Alessandro, Vincenzino Palumbo, Roberto Reginaldi. A sinistra, invece, si uniscono Sel, Rifondazione e Comunisti Italiani, che candidano Giuseppe Bortone, Vittorio Marzullo, Antonio Ines, Carlo Pietrosanto, Fausto Nuglio, Rolando Nardacci.
Per concludere, giusto un appunto: la decisione di Tiero di rompere con gli alleati di sempre si ripercuote, pesantemente, anche in Comune a Latina, tant’è che il sindaco, Giovanni Di Giorgi, ha convocato ufficialmente l’assessore di riferimento del Nuovo Centrodestra, Gianluca Di Cocco, a cui probabilmente ritirerà la delega, perché con una maggioranza a 18-19 consiglieri “si può governare tranquillamente” si sente da quelle parti ripetere. Resisterà?elezioni-provinciali

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi