Ladri di biciclette, la polstrada ferma due tunisini

biciclette-editedImmaginare la pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino che, al km 669, direzione Sud, nei pressi del casello di Cassino, si è vista passare davanti un autocarro FIAT Doblò di colore bianco con due persone a bordo e sul tetto alcune biciclette mal sistemate. Durante il controllo del veicolo, gli agenti accertavano che nel vano interno del mezzo vi era un’altra bicicletta, un motociclo Piaggio modello Vespa di colore rosso con targa francese e un ciclomotore Aprilia modello SR, rosso e nero, con il blocco manubrio inserito ed una catena completa di lucchetto posta a bloccaggio della ruota posteriore.
Alla richiesta di fornire informazioni circa la provenienza del carico, N.A. e B.H.A. rispettivamente di anni 32 e 29 entrambi tunisini e con precedenti per reati contro il patrimonio, hanno parlato di un acquisto fatto a Roma presso una persona di origine nomade, senza produrre però la documentazione comprovante la legittima proprietà. Così gli agenti hanno considerato i mezzi verosimilmente di origine illecita e li hanno così sottoposti a sequestro.
Dagli accertamenti poco dopo effettuati, la conferma: un motociclo è risultato rubato a Roma nello scorso mese di luglio e contestualmente è stato rintracciato l’intestatario di un altro ciclomotore (che ha riferito di averlo parcheggiato sempre a Roma la scorsa serata). I due tunisini sono stati così arrestati per i reati di furto e ricettazione.
Logo Teleuropa 2

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi